Sei qui: HomeCosa vuoi fareEnogastronomiaLe nostre ricettePinza.. o Pinze?
pinza_Fiorotto
Pinza.. o Pinze?
Un po' di storia..
La farina di granoturco è al centro della cucina veneta, e non veniva usata solo per fare la polenta, con la quale le famiglie contadine si sostentavano per tutto l'inverno, ma anche per alcuni dolci.. la pinza in primis.
Il nome deriva dal latino pinzus = pigiato, imbottito. E infatti questa torta è imbottita con quanto di ghiotto può esserci in una dispensa invernale: fichi secchi, noci, uva passa, scorza di arancia, zucca, semi di finocchio e un buon bicchiere di grappa. Si possono realizzare quindi tanti tipi diversi di pinza, così che dovremmo parlare di “pinze”. Immancabile il 5 Gennaio, quando ci si raduna intorno ai Panevin, che ogni famiglia porti la sua versione!
L'unica distinzione da ricordare, è fra pinza lievitata e quella non lievitata: la prima la trovate nel territorio della sinistra Piave, la seconda a destra.
Ingredienti (versione pinza lievitata)
200 gr. di farina di granturco gialla
200 gr. di farina di frumento
200 gr. di burro
1 uovo
200 gr. di zucchero
300 gr. di uvetta
300 gr. di fichi secchi
¼ di litro di latte
semi di finocchio (a piacimento)
1 bicchierino di grappa
1 bicchierino di vino dolce
1 bustina di lievito
1 arancia
sale q.b.
Preparazione
Mettete l’uvetta a bagno nel vino, tagliate a pezzettini i fichi; grattugiate la scorza dell’arancia e spremetene il succo.
Impastate su una spianatoia le due farine, il lievito, l’uovo e aggiungete l’uvetta reidratata, i fichi, la scorza dell’arancia e il suo succo, la grappa e un pizzico di sale; unite lentamente il latte caldo e lavorate il composto fino a renderlo morbido e omogeneo.
Versate l’impasto in una teglia foderata con la carta da forno e infornate per circa un’ora a 170°.
Per testare la cottura, introducete nella pinza uno stuzzicadenti, che dovrà risultare asciutto prima di togliere il dolce dal forno.
La pinza va servita fredda e può essere conservata per qualche giorno.

Foto di Giuliano Fiorotto

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.