Sei qui: HomeDa scoprireAlla scoperta dei luoghiAltri gioielli della MarcaDa A a CCimadolmo
Cimadolmo
Cimadolmo
Cimadolmo ed il fiume Piave, un connubio molto forte: metà del territorio del comune si trova  dentro agli argini del fiume sacro alla patria, che corre per ben sette chilometri qui.
Il fiume influenza gli insediamenti, le coltivazioni e i ritmi di vita degli uomini che abitano lungo le sue rive, è luogo di scambio ma anche di scontri: le testimonianze della Grande Guerra - qui si arenò la ritirata dopo la rotta di Caporetto -  ce lo ricordano.
Cimadolmo ed i vimini: altro connubio molto forte: l’arte dei cestai di Cimadolmo assunse ben presto rilevante valenza economica, costituendo la maggior lavorazione artigiana del comprensorio.
Cimadolmo ed il suo territorio furono proprietà dei Papadopoli, nobili veneziani ma originari di Corfù. Sono ricordati nel toponimo delle Grave, ossia le ghiaie, un lembo di terra compresa tra Cimadolmo e Maserada, luogo ove il Piave si divide e forma una piccola isoletta sassosa.
Cimadolmo è anche uno dei luoghi attraversati dalla Strada dei Vini del Piave, viaggio enologico tra le terre della marca. Tuttavia, è molto più conosciuto per un altro prodotto della terra: l'asparago bianco IGP, ortaggio tenero e delicato, e anch'esso ha il suo percorso dedicato: la Strada dell'Asparago.

Foto: Comune di Cimadolmo

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.