Sei qui: HomeDa scoprireAlla scoperta dei luoghiAltri gioielli della Marcada N a ROrsago
Orsago
Orsago è un piccolo centro agricolo, artigianale ed industriale. Una piana arida (i Camparnei, da Campardo "campo arido"), un'area depressa (il Palù) e la zona delle risorgive ne compongono il territorio.
L'ecosistema delle torbiere ha consentito la conservazione di semi che hanno permesso di ricostruire la composizione della flora del passato: latifoglie e larici, con un ricco sottobosco di canneti, alimentato da numerose sorgenti.
Queste origini selvagge e acquitrinose vivono ancor oggi nei toponimi, come Bosco, Fagher e Salvatoronda (selva rotonda).
Dopo gli insediamenti romani, a Orsago giunsero nel IX secolo i monaci benedettini (la mano dell'amanuense è rimasta nello stemma comunale) e furono determinanti per il successivo sviluppo dal momento che si operarono per bonificare l'area.
Perle veneziane come Villa Ninfa Priuli del secolo XVII e la Chiesa di San'Antonio, restano oggi a testimonianza dei patrizi che scelsero Orsago come dimora.
La bonifica dell'area del Palù fu completata durante il Regno d'Italia, ma povertà e indigenza costrinsero molti abitanti all'emigrazione in Sud America. Il fenomeno fu arginato grazie alla fondazione di una filanda per l'allevamento del baco da seta e alla nascita delle prime forme di credito rurale.
Oggi Orsago è conosciuta per il biscottificio Doria, ed è sede di numerose aziende agricole, che coltivano soprattutto cereali e vigneti, e piccole imprese artigianali eindustriali che lavorano legno, metalli e tessuti.
Per chi ama il birdwatching o anche una semplice passeggiata nel verde, la zona delle risorgive è particolarmente indicata, e prevede alcuni itinerari segnalati come "Andar par rivai".

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.