Sei qui: HomeDa scoprireAlla scoperta dei luoghiAltri gioielli della Marcada N a RPederobba
Pederobba_by_comune
Pederobba
Il toponimo di Pederobba potrebbe derivare dal latino petra rubla, alludendo alla presenza di pietra calcarea di colore rosso in loco. Si trova a poca distanza da Asolo, sul prolungamento che dal Monte Grappa declina verso il fiume Piave.
Reperti fanno pensare a insediamenti già dall'età romana, quando probabilmente Pederobba era un luogo di passaggio, per la posizione a ridosso del fiume e poco distante da uno dei tracciati che si pensa potrebbero essere ricondotti alla via Claudia Augusta.
Durante la Grande Guerra rappresentò per l'Italia l'estrema lina difensiva. Conserva ancor'oggi testimonianze del suo passato bellico con il Sacrario Francese, che celebra la fratellanza italo-francese e accoglie le spoglie di 1000 soldati francesi, appartenenti alla 37^ divisione, che riconquistò il Monte Tomba in data 30 Dicembre 1917.
Oggi Pederobba è un laborioso centro artigianale e industriale, piccole e medie imprese lavorano su carta, occhiali, materiali plastici, legno, calzature. Tuttavia non mancano esempi interessanti di architettura veneziana. In passato, nobili trevigiani e veneziani sovente sceglievano le rive del Piave o le pendici del Mofenera per le loro residenze estive, un esempio è Villa Conti d'Onigo.
Per quanto riguarda i prodotti tipici, Pederobba vanta il marchio IGP per i Marroni di Monfenera, celebrati con una sagrache dura tutto il mese di Ottobre.
Foto: Comune di Pederobba

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.