Sei qui: HomeDa scoprireAlla scoperta dei luoghiAltri gioielli della Marcada S a ZSan Zenone degli Ezzelini
San_Zenone_degli_Ezzelini_comune
San Zenone degli Ezzelini
Il paesaggio che offre San Zenone degli Ezzellini è composto da colline e piccole valli che si alternano ad aree pianeggianti.
Come testimoniano i numerosi reperti archeologici appartenenti ad epoche preistoriche e storiche, il territorio di questo paese è stato abitato fin da tempi antichi. Appartenente alla marca trevigiana, San Zenone fu governato nel X secolo dai vescovi di Treviso e in seguito, dalla fine del XII secolo, da Ezzelino da Romani il Monaco, il quale trasmise la proprietà nel 111 al figlio, il noto Ezzelino il Tiranno. A causa della violenta politica espansionistica, Ezzelino creo attorno a sè molti nemici, fino a quando nel 1259 venne ferito a morte. Alberico, suo fratello ed alleato, si nascose nel castello di San Zenone, ma venne scoperto ed assassinato assieme alla famiglia. Oggi la torre è l'unica parte del castello rimasta integra ed è simbolo del Comune.
Presso la torre, si erge su un colle il Santuario della Madonna del Monte, appartenente al XIX secolo, meglio noto come "Chiesetta Rossa", dal quale è possibile godere di un panorama piacevole. La chiesa parrocchiale di San Zenone vanta ricchezze artistiche degne di nota: da una pala di Jacopo da Ponte a un crocifisso ligneo rinascimentale, dalle statue dello scultore Francesco Rebesco, originario del comune, ad affreschi di Noè Bordignon.
Il territorio di San Zenone è impreziosito da un patrimonio architettonico costituito dalle ville cinquecentesche Tedesco e Vignola, e alla Villa Rubelli, nella località Sopracastello. L'imponente Villa Rovero, storico cenacolo di cultura e scienza, è inserita nell'itinerario Strada dell'Architettura, che si snoda tra i più begli edifici del territorio.
Foto: Comune di San Zenone degli Ezzelini

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.