Sei qui: HomeDa scoprireAlla scoperta dei luoghiPerle d'arte Conegliano e la terra del Cima
Conegliano_Particolare_Torre_del_Castello-La_Marca_del_2000_Galifi_117
Conegliano e la terra del Cima
Coneglianoè una  città murata incastonata tra le colline del Prosecco, celebrate nei quadri di Gianbattista Cima, che pur avendo vissuto e lavorato a Venezia, rimase molto legato al suo paese natale.
La zona, posta a metà strada tra la montagna e la pianura e punto di passaggio per raggiungere il Friuli, fu da sempre un sito strategico.
La cittadina nacque nel XII secolo, quando un gruppo di famiglie nobili si organizzò creando un governo di tipo comunale attorno alla bastia, con la conseguente formazione di un borgo. Il castello rimase sempre il centro del potere, sia civile (con la sede della podesteria) che religioso (con la collegiata di San Leonardo).
Del Castello rimane soltanto la Torre della campana, ben visibile dalla pianura e dai colli circostanti, grazie alla sua posizione centrale sulla cima del Colle di Giano. Il castello ospita il Museo Civico, nel quale sono visibili, tra le altre, opere pittoriche di Palma il Giovane e del Pordenone, nonché reperti romani ritrovati nell'area coneglianese. Nel Settecento il castello, già da tempo in rovina, fu in gran parte demolito per fornire materiale di recupero utile alle nuove costruzioni, tra cui il Palazzo Comunale (1744).
Il centro storico, di origine medioevale, si concentra perlopiù lungo via XX Settembre (Contrada Granda), che scorre ai piedi del colle sulla cui sommità si ergono villa Gera e il Castello (attuale Museo Civico). Tuttavia, altri luoghi d'interesse artistico e culturalesi trovano anche al di fuori di quest'area.
Ogni anno, in giugno, nel cuore del centro storico di Conegliano si svolge la manifestazione della Dama Castellana, una partita a dama con personaggi in costume rinascimentale. Questo evento non è però la continuazione di una tradizone secolare, ma è stato introdotto solo pochi anni fa, riuscendo comunque a diventare un appuntamento tradizionale del calendario coneglianese. A settembre, nei locali più caratteristici della città si gioca all'enodama, torneo di dama in cui le pedine sono sostituite da calici di vino bianco e rosso. Gli scopi dell'enodama sono la socializzazione e la valorizzazione delle aziende produttive del territorio.
Naturalmente, Conegliano è una delle tappe fondamentali dell'itinerario Strada del Prosecco.
Se volete qualche suggerimento su dove fermarsi per un buon piatto o un calice scaricate l'elenco dei ristoranti e dei punti di ristoro.  
E' scaricabile anche la brochure di Conegliano, per avere tutte le info a portata di mano!  E per organizzare al meglio la vostra vacanza o il vostro week end a Conegliano non esistate a contattare l'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT Conegliano
Scarica la mappa di Coneglianoin pdf.  
Foto: La Marca del 2000 Galifi
Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.