Sei qui: HomeItinerariLe localitàda D a MMorgano
Morgano_AdrianoFederico_Favaro_Cavasagra
Morgano
L'origine del nome Morgano si perde nelle leggende popolari tramandate dai poeti. Una di queste narra di una fanciulla chiamata Murgania di tale grande bellezza da essere adorata come incarnazione di Venere e, ad essa, fu eretto un tempio: la località fu chiamata Morgano.
Le prime notizie su Morgano riportano l’esistenza di un centro religioso che già nel dodicesimo secolo godeva di una certa rilevanza nel territorio, anche se la presenza di un luogo di culto dedicato a San Martino, santo particolarmente caro a Franchi e Longobardi, sembra risalire ad alcuni secoli prima del Mille. Divenuta contea sotto i longobardi legò il suo nome alla famiglia cui appartenne: i Conti da Morgano.
Il territorio del comune di Morgano va inserito nel contesto del Parco Naturale del Fiume "Sile" che si propone nella salvaguardia di un fiume di risorgiva tra i più importanti e interessanti d’Italia e di tutti gli elementi che lo costituiscono tutelando zone di grande pregio ambientale. Di particolare bellezza risulta essere la Rotonda di Badoere, costruita su commissione della famiglia veneziana dei Badoer. Essa comprendeva in origine due grandi barchesse a doppio semicerchio e a 300 metri ad ovest la villa padronale andata distrutta da un incendio nel 1920 durante un tumulto contadino. La Rotonda di Badoere è una delle barchesse più famose del Veneto, la sua particolarità sta sia nella sua grandiosità che nella sua struttura fatta per ospitare una serie di botteghe su un semicerchio e abitazioni sull'altro, con una grande piazza per il mercato; sulla piazza si affaccia la chiesa e un palazzo dominicale, ora sede municipale. La Strada dell'Architettura, itinerario attraverso gli edifici eccellenti della marca trevigiana, passa anche per Morgano.
La frazione Badoere è rinomata per la coltivazione dell'asparago bianco, prelibatezza primaverile la cui omonima strada (Strada dell'Asparago bianco di Cimadolmo) si snoda per circa 90 km, passando anche per Morgano. 
Foto: Adriano e Federico Favaro

INQUADRAMENTO GEOGRAFICO

Questo sito utilizza cookie. Per saperne di più o per fare scelte specifiche sull'uso dei cookie clicca su "Voglio essere informato". Per esprimere il tuo consenso clicca su "Accetto". Se ignori questo banner, scorrendo la pagina o proseguendo nella navigazione, acconsentirai comunque all'uso dei cookie.